Tours
Sinio - Albaretto della Torre - Serravalle Langhe - Cissone - Roddino
Sinio è a pochi chilometri da Serralunga, vicinissima a Roddino, immersa nel verde e risalente al Medioevo, si sviluppa architettonicamente, perlomeno originariamente, adattandosi alla conformazione collinare del territorio. Questa caratteristica urbanizzazione denominata “antica villa” è ben visibile nel centro che è determinato da una disposizione a scudo araldico le cui vie si dispongono verticalmente e si congiungono quasi in una punta. L’unica via traversa è dedicata a Regina Margherita. A questa particolare conformazione fa da corona il Castello. Attualmente il centro fa parte dell’associazione “Città della Nocciola” a conferma del cuore agricolo di Sinio. 

Con meno di cinque minuti di auto si giunge a Albareto della Torre, posto tra le valli del Tanaro e del Belbo, fa parte della “Comunità montana alta Langa”è caratterizzato dalla torre risalente al XIII secolo che ben conservata è posizionata accanto alla casa parrocchiale. Di Albareto è poco conosciuta sia la storia che il nome, si pensa che origini dalla ricchezza di vegetazione in particolare di pioppi. E’ sicuramente il panorama una delle attrazioni del paese, nelle giornate terse si possono ammirare le Alpi dall’Appennino Ligure al Massiccio del Monte Rosa, ma anche la cucina vuole la sua parte, grazie alla posizione, ottimi funghi, tartufi, formaggi ottenuti da latte d’alpeggio, salumi e nocciole sotto forma di olio, torte, biscotti.

Serravalle Langhe sembra adagiato sulla sommità di una collina, un magnifico panorama permette idealmente di lasciarsi avvolgere dall’orizzonte, percorsi naturalistici consentono un’immersione nella civiltà contadina connessa da sentieri di terra battuta, che si snodano tra frutteti e boschi. Per gli appassionati dell’architettura religiosa val la visita alla parrocchiale intitolata a Maria Vergine Assunta è un edificio edificato nel 1600, ma la facciata fu ricostruita nella seconda metà del 1700. E’ in stile barocco con un’impronta rinascimentale. All’interno nessun dipinto, ma un organo risalente al settecento. Poco distante in località Castellera si trova la Cappella di San Michele Arcangelo, di origine romanica che è completata da un campanile. 

Cissone è un piccolo centro sito tra Serravalle, Bossolasco, Dogliani, Roddino, è a 661 metri di altitudine, è certa la sua origine romana, anche grazie alla lapide romanica ritrovata nel cimitero del paese e attualmente conservata nel comune di Cissone. Si ritiene inoltre che il nome del paese derivi dal cognome romano Civicius o Civicionis. Bella la facciata della parrocchiale di Santa Lucia e a fianco la Ex Chiesa Confraternita dei Disciplinati forse costruita nel XV secolo ma certamente restaurata nel 1771. Bisogna invece percorrere circa un chilometro e mezzo per scoprire la Cappella di Pianezza o Della Madonna delle Nevi che venne così chiamata per una nevicata in agosto! 

Arrivati a Roddino merita una visita la chiesa parrocchiale intitolata a Santa Margherita, dove sono ancora risalenti al XV secolo porzioni delle pareti laterali e l’acquasantiera collocata in sacrestia.

Highlights

Logo Langhe.it